Archive for Giugno, 2012

Giu 29 2012

Alla domenica parcheggio “fai da te”!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Mentre i Comuni si attrezzano con infrastrutture serie per gestire il turismo del weekend (no, no, non le seconde case quello è altro discorso ci sta lavorando l’assessore all’Urbanistica Carletto) a Varazze ci si arrangia. O meglio si arrangiano i parcheggiatori del fai da te a Varazze. Nel caso specifico siamo nell’unico marciapiede che conduce alla Mola e al  “Parco Costiero” - Passeggiata Europa dove occorre (in teoria) transitare con bici, auto, carrozzelle, passeggini etc. etc.

Commenti disabilitati

Giu 28 2012

Se ci provassimo anche noi?

Pubblicato da archiviato in Proposte e Provocazioni

 

 

ps. costo 3000 euro al mese per tre mesi e centinaia di auto e scarichi fumanti in meno….

Commenti disabilitati

Giu 28 2012

Il trionfo dell’ incapacità “scientifica”?

Pubblicato da archiviato in Varazzate

Non vogliamo essere prevenuti e cercheremo di non esserlo mai.. Certo che il sospetto che qualcuno lo faccia apposta a concorrere per “L’idiozia dell’anno” ci viene. Dopo 6 anni di lavori e tre di ritardo finalmente hanno asfaltato tutta la zona centrale di Varazze completando o quasi i lavori di deviazione dell’Arzocco. Asfalto nuovo, liscio, righe fresche tutto perfetto come da millenni non si vedeva…un miraggio…ma poi…dopo neanche 48 ore hanno rotto tutto perché con ogni evidenza si erano dimenticati di interrare qualche cavo elettrico. Un bel taglio lungo 150 metri e largo 40cm giusto per ricordare che qui a Varazze le strade asfaltate non durano più di 72 ore. La tentazione di romperle subito, frutto di una programmazione scientifica e tedesca era troppo forte. Aiuto fermateli…!

p.s. se il Comune ha bisogno di un bel softwerino che gestisca la pianificazione stradale per  asfaltature (poche) e rotture (tante) lo forniamo noi gratis. Volentieri.

 

 

 

Commenti disabilitati

Giu 27 2012

Presi in giro

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto,Varazzate

 

Più volte abbiamo sollecitato l’Amministrazione comunale a coprire la zona della Passeggiata Europa con almeno due telecamere di sicurezza per garantire tranquillità ai frequentatori e ridurre il rischio crescente di atti vandalici. Le telecamere sono state messe un mese fa e si sono preferiti siti molto meno strategici che però permettono di fare cassetta con multe etc.

Sono stati però messi degli stupendi cartelloni che indicano il “Parco Costiero”, tema roboante subito reso concreto  con la raccolta differenziata inattuata  (è proprio il minimo eh… per un Parco Costiero”) o cestini assenti se non ogni mezzo km. Simbolo ovviamente è l’azione dell’ennesimo vandalo che con le bombolette da il benvenuto nel Parco Costiero prendendovi (ci) in giro. Caro Sindaco quella scritta vuole dire che lì comandano loro…o no?

Commenti disabilitati

Giu 26 2012

Celle Ligure: IMU residente 3xmille! A Varazze si pagano le inefficienze

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

Perchè a Varazze, dove si continua esclusivamente a costruire case stile anni ’70 l’IMU per i poveri cittadini è del 4xmille (con una quantità sterminata di seconde case già super tassate) e l’Amministrazione di Celle Ligure giustamente l’ha ridotta al 3xmille? Sarà un caso che Celle aumenta i residenti (quelli veri) e Varazze è in calo demgrafico spaventoso?

Come mai a Celle l’operazione Bergamaschi porterà una piscina coperta nuova di pacca e la ristrutturazione di tutti i nuovi impianti sportivi  e a Varazze la lottizzazione di seconde case T1 ha portato solo la cancellazione del campo sportivo e la piscina (lo sanno anche i muri!) non si farà ne ora ne mai?

Come mai la città di Varazze non ha uno straccio di impianto sportivo e andiamo (e andremo tutti a Celle Ligure)?

Come mai a Celle Ligure i parcheggi sono a pagamento per i residenti solo d’estate e a Varazze i residenti devono pagarli tutto l’anno?

(segue)

 

Commenti disabilitati

Giu 26 2012

Diciamoci la verità…

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

 

Sicuramente il nostro mare batteriologicamente sarà anche puro ma certo quello che si vede in superficie è spesso, se non quasi sempre, demoralizzante. Plastiche di varia tipologia ma sopratutto bolle multicolore sono purtroppo un elemento assiduo sopratutto in presenza di alta pressione e pochezza di venti.

Questa la verità che costringe spesso ad aspettare un pò per schivare o attendere “l’evaporazione” o lo spiaggiamento delle bolle stesse. E tutto ciò nonostante le ingentissime risorse che si conferiscono al Consorzio di depurazione delle acque. Ci sarà un perchè? C’è ed è giunto il momento secondo noi di non girarsi più dall’altra parte ma di girarsi dalla parte giusta…ovvero a levante da dove questa sporcizia arriva quotidianemente ledendo in modo serio l’immagine e il potenziale turistico della città. Qualcuno in Comune avrà il coraggio di dire la verità e di prendere i provvedimenti necessari e giusti per tutelare Varazze, la prima e la più esposta tra le città a ricevere il pattume levantino privo di depuratori? O prevarrà come sempre l’italianissimo “tengo famiglia”?

Commenti disabilitati

Giu 25 2012

Parcheggi per locale scommesse “fai da te”?

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

 

Nuova sede per il gioco d’azzardo e nuova vita. Ma anche “nuovi sistemi”? Ci riferiamo alla lecita apertura dell’ennesimo luogo dove il gioco d’azzardo è permesso, quello sito in Via S.Caterina, l’ultimo di tre autorizzati dall’Amministrazione comunale con un gioco al rimpiattino tra regolamenti approvati in ritardo e  dimenticanze attinenti alla trasparenza politica  che hanno toccato oltre all’assessore al commercio della città Valle che ha approvato le pratiche dichiarandosi poi pronto a votarsi contro in Consiglio Comunale (?!) anche  l’opposizione con il capogruppo per la sua legittima attività professionale.

Non è stato certo un bel capitolo per la storia dell’ammistrazione della città, dove incomprensioni, ritardi e dimenticanze si sono rincorse per mesi. In ogni caso alla fine hanno trovato sede tre punti scommesse e macchine mangia soldi che certo – nonostante la legittima intrapresa degli imprenditori interessati questo va detto –  non danno un contributo positivo agli esiti della situazione economica delle famiglie varazzine. Il problema – più volte annunciato – è che questi sedi sono senza alcun parcheggio pertinenziale e non è pensabile che se lo riservino in modo autonomo. Risultato?  Il fai da te che si vede in altre regioni non certo contigue alla Liguria…ci chiediamo se questo fai da te con l’occupazione di posti di parcheggi auto di gente che giustamente vorrebbe parcheggiare  sia stato autorizzato.

 

Un commento presente

Giu 23 2012

Lavori di fino

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

 

Cinque mesi fa hanno asfaltato l’Aurelia nel centro di Varazze. Hanno pagato i cittadini con le loro tasse. Abbiamo pagato noi dopo aver sopportato un’Aurelia che sembrava una gruviera. In cinque mesi, regolarmente, hanno provveduto a scavare e fare pezze di asfalto che hanno già rovinato la strada appena rinnovata. L’altro ieri ennesimo buco di fronte alle Poste. Scavo a cura del Consorzio depuratore acque. Peccato che dopo un giorno l’asfalto si sia letteralmente sfaldato. Guardate le foto per capire se stiamo esagerando.

Intanto paga Pantaleone, ovvero paghiamo noi. Bravi bis.

Commenti disabilitati

Giu 21 2012

La Bolkenstein che vorrei…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

E’ la Direttiva della Comunità Europea che prevede che i servizi dati dai bagni marini sia affidati in gare pubbliche e non secondo i criteri attuali che vengono valutati contrari alla reale concorrenza e dunque all’interesse degli utenti. Apriti cielo! “Cacciate le famiglie in strada!…si apriranno i cancelli alla malavita organizzata! Sarà il regno delle multinazionali!” e dall’altra parte “siete un oligopolio!” “vivete in una posizione di rendita!” etc etc.

Forse la verità sta in mezzo. E’ vero che ci sono gestori che vivono di rendita con prezzi alti e servizi pessimi e in questo modo danno un pessimo servizio al territorio e all’occupazione. E’ vero che alcuni stanno innovando, hanno investito e non si può dirgli grazie e arrivederci.  Però non bisogna fare una cosa “aumma aumma” che è la rovina di questo Paese. Dare proroghe a chi investe e giudicarli dopo X tempo, mettere in gara subito  le concessioni dei gestori che non innovano, non qualificano. Non è complicato. Se si vuole. Risultato? Ne guadagnerebbero tutti. Imprenditori onesti e dinamici, qualità del servizio, clienti. Se si vuole farlo davvero.

 

Commenti disabilitati

Giu 20 2012

Via Busci: i “tapulli” anarchici del Comune

La scorsa settimana per interventi alle fognature a spaccare “il suolo pubblico” è stato il servizio fognature del Comune. Il problema è che se il riassetto del manto asfaltato viene eseguito così come si vede nella foto è facile prevedere un improvviso exploit di acquisti di fuoristrada 4X4 . Per non parlare di chi, poveraccio, volesse avventurarsi con una banale bici (magari un bambino) per le terrificanti vie varazzine notoriamente a misura ecologica di bici, pattini e pedoni...

Commenti disabilitati

Pagina successiva »