Archive for Gennaio, 2013

Gen 30 2013

Assessore Carletto: dica qualcosa di sociale

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Varazzate

Così forse si rivolgerebbe un famoso regista al sindaco, pardon assessore Carletto che ieri pomeriggio  ha diramato “urbi et orbi” un comunicato dove

annuncia con enfasi che il “Comune di Varazze non si opporrà al transito dello yacht” del miliardario Frey destinato agli ex cantieri  Baglietto e che darebbe lavoro per otto mesi ai lavoratori dei cantieri.

Una persona normale si chiederebbe infatti “perchè mai il Comune dovrebbe opporsi alla possiiblità di dare lavoro agli operai?”

Ma qui a Varazze anche le cose più scontate non sono tali.

Questo perchè il “cattivo ” di turno, il futuro senatore Vitelli si era opposto al transito dello yacht nel proprio specchio acqueo (circa 5 minuti) solo ed esclusivamente per poter “affamare” il cantiere talmente  da comperarlo praticamente gratis (il cantiere si intende…).

Dunque Carletto ha proclamato come scelta coraggiosa una decisione semplicemente scontata, doverosa, obbligatoria che nel caso non fosse stata presa sarebbe stata da annoverare in un comportamento politicamente assurdo e probabilmente anche penalmente rilevante..

Dunque l’assessore  si è preso una pausa (tra una licenza edilizia e l’altra e tra un PUC e l’altro)  dicendo qualcosa di “sociale”. Nell’attesa che il sindaco torni dalle ferie di alcuni mesi  in Siberia….(?)

 

Commenti disabilitati

Gen 29 2013

A Varazze è sempre Natale!

Pubblicato da archiviato in Varazzate

Le luminarie natalizie sono sempre lì.

Passano le settimane ma del piacere delle Feste non ce ne vogliamo proprio privare. Eppoi dicono che i varazzini non sono spiriti guadenti…

Puntiamo dritti su Ferragosto e poi di lì a Natale si sa è un attimo…

 

2 commenti

Gen 29 2013

Piccole cose che fanno tanto (2)

Torneo di Albenga. 26 squadre presenti da tutta la provincia. Anche da realtà piccole come Toirano, Andora, ecc. Tutte le bimbe in tuta della società , belle brutte non importa ovviamente. Laggiù una macchia multicolor sono le nostre bimbe che hanno giocato bene e lottato come leonesse. Si sono divertite e il resto non conta. Multicolor perchè sono le uniche senza tuta. Noto che le altre piccole o grandi che siano hanno piccole sponsorizzazione (anche “umili” come una Carrozzeria o simili ma è quella che chiaramente gli ha permesso di “offrire” le tute alle atlete”). Spesso la sponsorizzazione nasce da due elementi: 1. la ricchezza economica del territorio. 2. la sensibilità sociale. Bingo…

 

 

Commenti disabilitati

Gen 28 2013

Piccole cose che fanno tanto.

Pubblicato da archiviato in Senza categoria

Alcuni anni fa Pallavolo Celle e Varazze Volley si fusero insieme. Giusta idea per dare avere un minimo di peso specifico. Ecco dunque il “CelleVarazze Volley”. La società è retta da dirigenti e tecnici volontari che danno molto del loro tempo con passione, sopratutto ai ragazzi e ragazze  che vanno in giro a fare tornei.  Come quello di ieri ad Albenga (città che ha solo 7000 abitanti più di Varazze) e ha palestre, palazzetti, piscine puliti, disponibile, funzionanti anche la domenica ecc.

Eccocì allora al torneo l’ennesimo da giocare  ad Albenga (il secondo in 15 gg, a Varazze non si organizzano per ovvi motivi, indovinate quali?) per 20 squadre di bimbe di 9 e 10 anni. Le squadre sono costantemente chiamate per le partite  solo che il “CelleVarazze Volley” è sempre e solo chiamato “Celle Volley”. Varazze non conta , non c’è, non è contemplata. Una normale automatica inevitabile “dimenticanza”. E’ talmente importante nella involontaria coscienza del savonese-albenganese medio che viene dopo Celle e poi …decade automaticamente.

Piccole cose. Tristezza infinita.

Commenti disabilitati

Gen 26 2013

La “varazzina” Piredda: “Liguria? Non so niente. Ho però una casa ai Piani d’Invrea”

Pubblicato da archiviato in Varazzate

Così esordì Maruska Piredda turbo consigliera regionale dell’IDV, esponente vicinissima al leader Di Pietro (decuplicatore delle risorse famigliari da quando è in politica secondo autorevoli stime) dopo che  fu inserita d’imperio nel listino legato agli esiti elettorali del presidente Burlando. Della Liguria non sapeva neanche quali erano le provincie, ma intervistata da un’emittente televisiva locale, affermò con decisione per giustificare la sua quasi certa nomina a consigliera regionale della Liguria, che sapeva dove erano i Piani d’Invrea perchè aveva una casa.

Iniziò così la carriera politica di Piredda, letteralmente imposta da Di Pietro (sempre lui, quello che affitta casa sua al suo partito) alla Liguria con l’inserimento nel cosiddetto listino ovvero quei consiglieri che vengono eletti solo se vince il candidato presidente a cui sono collegati. Ora si scopre una gestione dei soldi dei contribuenti liguri agghiacciante al di là della rilevanza  penale: persino gli indumenti intimi si sarebbero comprati. I colleghi della “varazzina” Piredda, il savonese Quini, Scialfa, la Marilyn Fusco (plurindagata) si dicono distrutti. Vedremo.

Personalmente attendo con una certa ansia di sapere colore e modelli. Così giusto per farmi del male.

2 commenti

Gen 25 2013

Se la prevenzione parte da un impegno vero. Anche sul territorio.

Alcuni giorni fa una gentile signora rappesentante della LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) si è presentata nelle scuole  primarie (furono Elementari) di via Recagno, offrendo per qualche euro  un interessante libro sulla prevenzione tumorale. Il ricavato era specificato con puntualità, andrà a favore di ambulatori gratuiti per la prevenzione tumorale operanti sul territorio savonese. In molti abbiamo aderito all’iniziativa con piacere.  Nel dettaglio era scritto che gli ambulatori saranno aperti a Savona e a Cairo e una rifessione è corsa naturale. Varazze mi pare davvero incapace, a differenza ad esempio di Cairo Montenotte, di “rivendicare” una rilevanza territoriale in un’ottica di servizi. I valbormidesi non mollano mai e quello che hanno  lo difendono con determinazione e cocciutaggine. Varazze invece è  incapace di creare una rete di allenze in ottica di servizi migliori sul territorio. Noi il taxi al Sindaco per “umiliarsi” (sigh!?) ed  andare a incontrare i colleghi di Cogoleto, Arenzano, Celle Ligure glielo pagheremmo anche.. ma il problema è che al primo cittadino non  passa neppure per la mente di farlo.

Nei primi anni ’90 su Varazze si è registrato un dato anomalo di mortalità per le donne over 55 (ricerca epidemiologica statistica  IST-ASL2) e un punto solido di prevenzione forse salverebbe anche qualche vita. Ma si sa la vita corre e le cose da fare sono tante. Bisognerebbe però sapere anche quelle che contano davvero per una Comunità. Con la “C” maiuscola.

Commenti disabilitati

Gen 24 2013

Cosa bolle in pentola? 100 milioni di euro.

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

 

Un’Amministrazione barcollante, divisa e senza alcuna copertura politica ha comunque deciso di anticipare di un anno la scadenza del PUC (Piano regolatore) pur di gestirlo in prima persona. Facciamo allora due conti su cosa l’Amministrazione (sempre più in ginocchio) sarà chiamata a gestire amministrativamente nella corsa contro il tempo per licenziare i vari progetti immobiliari  in itinere :

  1. Nautilus  600 mq ? Stima valori immobiliari in gioco circa 5 milioni di euro
  2. Sottostazione elettrica   2000 mq ? Stima in gioco almeno 10 milioni di euro
  3. Ex ospedale  2100 mq stima in gioco circa 10 milioni di euro
  4. Arrestra  villaggio caratteristico  10/15 unità ? Stima circa 4-5 milioni di euro
  5. Aree adiacenti T1 (capannoni)  2000 mq con stima intorno ai 12 milioni di euro complessivi
  6. Aree ex cinema verdi  1000 mq? Stima intorno ai  5/6 milioni di euro

Oltre alla T1 vera e propria ovviamente  che ha un valore di circa 50 milioni di euro e in attuazione.

Siamo a 98 milioni di euro e ci fermiamo quì.

Commenti disabilitati

Gen 23 2013

Passeggiata Europa: buio pesto appena piove. Normale.

 

Ai Lavori Pubblici l’attività ferve sempre. Solo che ogni volta che piove l’illuminazione di quell’ insignificante angolo della città che è la Passeggiata Europa (pardon..Parco Naturalistico ci mancherebbe) si trova al buio. Situazioni (vissute in prima persona) parossistiche di camminatori, podisti, ciclisti che brancolano nel buio, si scontrano,  si scambiano informazioni e dritte (“la prossima galleria è illuminata!” – con un tono di allegra ma in realtà sconsolata sorpresa) giusto per evitare di essere presi dallo sconforto. Una Passeggiata costata milioni di euro che dopo un giorno di pioggia scompare letteralmente nel buio. Robe da dimissioni subito. Sempre che dalla parti dell’ufficio dell’assessore Patanè – salvo roboanti annunci elettorali –  importi qualcosa.

Commenti disabilitati

Gen 22 2013

La caduta del PDL varazzino

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

La Caporetto del PDL varazzino è arrivata. Con essa quella del savonese e dell’imperiese. Sembrano passati lustri e invece soli 5 anni hanno completamente azzerato la rappresentatività dei colonnelli e graduati del partito di destra della PDL,  rappresentata dal coordinatore provinciale, il  varazzino Valle che è anche vice sindaco della città. Un sigillo politico che ora rappresenta  più un peso che un vantaggio e  che registra un colpo politico probabilmente fatale. Cinque anni fa tutto e tutti cavalcavano l’onda lunga e si arrivò così all’affermazione del listone PDL-Lega eccitati dall’ombra lunga Scaiolana corrente alla quale si allinea anche oggi fedelmente il nostro amministratore. Sembrava una corazzata e invece in soli 5 anni ha perso tutti i deputati e senatori di riferimento, tutti inesorabilmente bocciati. Una waterloo però persa a suon di atomiche.

Game over?  Un partito oggettivamente allo sbando a livello locale, privato di ogni rappresentanza nazionale.  A Varazze dovrà succedere qualcosa  e il rischio di balcanizzazione della maggioranza con un sindaco, un vice sindaco e un assessore all’urbanistica della PDL più che essere probabile è già un dato di fatto. Valle che ha perso ogni controllo politico di riflesso tenterà qualcosa  anche se gli spazi di manovra sono particolarmente angusti perché a differenza di 5 anni fa l’area centrista esiste, si è rafforzata e soprattutto non è più disponibile a commistioni con un’esperienza politica e amministrativa fallimentare come quella che governa la città oggi. E’ proprio un’altra storia.

Commenti disabilitati

Gen 20 2013

Il wi-fi a Varazze: più un miraggio che una realtà

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari,Varazzate

Roboanti sono stati gli annunci reiterati anche sul sito web del Comune. Il parto è arrivato ma con il classico topolino. Gira che ti rigira in due anni di lavori la copertura del wi-fi ovvero delle rete senza fili che permette ai computer di collegarsi a internet, copre un raggio di poco più di 150 metri dal Comune. Un pò poco forse per proclamare Varazze la nuova Seattle della Riviera ligure.

Commenti disabilitati

Pagina successiva »