Archive for Giugno, 2013

Giu 29 2013

-20% (di raccolta differenziata). Ancora un “successo” senza un perchè. O forse il perchè è fin troppo chiaro.

 

Ecco puntuale il bollettino di un’ordinaria incapacità. Quella di raccogliere la differenziata in una percentuale vagamente civile. No, noi a Varazze non ci facciamo mai mancare nulla: nemmeno un raccolta differenziata degna del Bangladesh. Viaggiamo intorno al 24% sul totale dei rifiuti quando le altre città analoghe sulla costa arrivano mediamente intorno al 40-45% (Finale, Albenga, Alassio, ecc.).

Una marea di rifiuti, centinaia di tonnellate  che invece di essere riciclate finiscono nella discarica. Quella comunale, gestita da privati. Una vergongna ecologica  che peserà sul portafoglio dei varazzini perchè arriveranno presto anche le sanzioni.

Commenti disabilitati

Giu 28 2013

Leggere? Un optional!

Pubblicato da archiviato in Varazzate

Mitico sportello/targa  posto all’incontrario in Piazza Bovani su uno dei lampioni che campeggiano. Per gli amanti della lettura….(all’incontrario..)

2 commenti

Giu 28 2013

Minoranza silenziosa?

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Perché la democrazia funzioni occorre che la minoranza faccia il suo lavoro di “watchdog” ovvero di controllore degli atti, delle decisioni della maggioranza e dunque anche degli amministratori. A Varazze qualcosa non ha funzionato. In 4 anni si ricorda rarissime iniziative dell’opposizione di informazione e affrontamento dei problemi in modo strutturato, contro argomentando e se possibile proponendo soluzioni più valide.

Certo la coerenza in politica non è pane quotidiano, ma forse si poteva fare di più. Magari evitando fitti incontri anche  informali che per rispetto dei ruoli (di minoranza e di Giunta) si potevano forse evitare per non far gridare agli “inciuci”.

E invece il silenzio.  Eppure di materiale ce ne sarebbe. Eccome. I pasticci in corso di questa amministrazione comunale sono evidenti: Baglietto, T2, Piscina, campo sportivo, CRI, Protezione Civile, innovazione, tutela boschi, servizi tecnologicamente antiquati ecc. ecc. tutto o quasi lasciato in mano a un Movimento 5 stelle (degno per i suoi rispettabili componenti locali della prima ora) che pare aver imboccato una china discendente, avviluppata su temi autoreferenziali (ma quanto guadagnano i deputati ex cittadini? 2500 come promesso in campagna elettorale o….) e incapacità di assumersi responsabilità di governo.

Troppo poche per le grandi, davvero grandi responsabilità di cui si sono caricati alcuni componenti di Giunta. Ma forse saranno in ultima istanza i cittadini a valutare e pesare la coerenza e la serietà. Senza sconti perché il tempo dei denari è finito.

 

2 commenti

Giu 26 2013

Chi si ubriaca…paga…

Ad Alassio la proposta, già messa in pratica nel civilissimo Trentino è chiara: se ti dobbiamo soccorrere perché sei ubriaco fradicio o strafatto di eccitanti il servizio non lo paga la Comunità ma lo paga la persona soccorsa. Il principio è semplice: un intervento ha dei costi e vengono sottratti di fatto per altri potenziali e utili  interventi. Se gli  interventi della Pubblica Assistenza avvengono per soccorrere gente che volontariamente si ubriaca pesantemente e assume stupefacenti come pasticche, cocaina ecc. allora il servizio non te lo paga più la Comunità ma se lo paga  con i suoi soldi il soggetto che si diverte così. In questo modo vi saranno risorse per assistere chi ha davvero bisogno.

Per saperne di più ecco la notizia su www.ivg.it:

http://www.ivg.it/2013/06/soccorritorialassio-una-tassa-sul-trasporto-in-ambulanza-a-carico-di-chi-viene-soccorso-perche-ubriaco/

3 commenti

Giu 25 2013

1,5 milioni di persone a vedere il lunedì pomeriggio la tappa femminile del Giro D’Italia…da ridere

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

1,5 milioni di persone su Raisport a vedere alle 15,00 il Giro d’Italia femminile di ciclismo… E’ la panzana con cui gli organizzatori hanno venduto per 30.000 euro un evento che non si fila nessuno, ma proprio nessuno.

Capiamo il Consigliere Carlo Delfino, appassionato a dismisura per il ciclismo che propone, non capiamo l’Amministrazione che ha accettato la proposta degli organizzatori per un evento di cui, detto in franchezza, non interessa minimamente e rappresenta solo una spesa inutile.

Test (non vale consultare internet) : quando parte il Giro d’Italia femminile? Da dove parte? Sai dire due nomi di cicliste famose? Quante tappe ci sono? Quando si conclude? A quale edizione si è arrivati ?  Sai dire almeno il nome di una squadra?  Se avete risposto anche a solo una domanda siete sulla strada giusta…

 

Commenti disabilitati

Giu 24 2013

“Quel pasticciaccio brutto di Viale Nazioni Unite”

Pubblicato da archiviato in Varazzate

“Contrordine!”. Eccoci. Ci siamo. Dopo tre anni di assurda  gestione nelle trattative con Vitelli si è arrivati davvero al fondo: costretti persino dalla propria maggioranza, giovedì il Sindaco e l’assessore Carletto (sindaco bis) sono giunti a conclusione che il ricatto del sen. Vitelli non poteva essere accettato (richiesta di concessione per un secolo). Tutti a casa. Vitelli se la ride perché non deve assumere nessuno ed è nelle condizioni migliori per attendere il fallimento dei cantieri. Così inizierà una partita a scacchi di quelle che durano 20 anni su quale destinazione concedere e quali volumetrie. Nessuno ha fretta e chissà che magari un’ipotesi di accordo ci sia già da qualche parte, magari spinti dalla necessità impellente, ci mancherebbe.

Alla fine come da copione, tra negoziatori  uno vince (il più bravo e fa pure l’offeso…) e l’altro (sono in realtà due) se ne va a casa con le pive nel sacco e 27 posti di lavoro in meno (+ l’indotto). Un capolavoro dell’arte negoziatoria.

p.s. Per approfondire magari per la prossima volta si consiglia: “La negoziazione” di Rumati e Pietroni, Raffaello Cortina Editore, 2001 , 20 euro (ben spesi)

Commenti disabilitati

Giu 24 2013

Il PUC in 200 giorni…

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

 

Nell’importante incontro pubblico organizzato dai “Moderati per Varazze” l’assessore all’Urbanistica ha affermato che in 200 giorni approverà il nuovo Piano regolatore della città.

Non ci crede nessuno. Poi è stato svelato l’arcano dall’assessore Carletto: “si può fare perché non toccheremo gli elementi fondanti del vecchio piano regolatore!”. Esattamente il contrario di quello che occorre fare e tutto ciò solo per la fretta di dare alcune risposte, forse a pochi.

Commenti disabilitati

Giu 22 2013

Il colabrodo

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

 

L’Aurelia è stata asfaltata un anno fa e di nuovo 3 mesi fa nel tratto di levante. C’è un piccolo problema: ogni circa 20 gg. il Consorzio Depurazione Acqe interviene sulle tubature e poi riasfalta lascando terrificanti tapulli alla faccia della sicurezza stradale. Basta percorrerei l tratto tra Piazza Bovani e S. Caterina per vedere una sequela di mucchietti di asfalto che dovrebbero essere rispristini di una strada nuova fino a poche settimane fa.

Nessuno dice niente.

E si prosegue con “tapulli” 50cmx50cm anche perchè si fa in fretta e costa poco.

Intanto poi, nei prossimi 20 anni primaa o poi si riasfalterà. Giusto?

Commenti disabilitati

Giu 21 2013

Per 100 anni il porto a privati. La città presa in giro. Il Sindaco “abbocca”?

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

 

 La capacità di prevedere il futuro dell’imprenditore Vitelli ha del portentoso. “Chapeaux!” come direbbero i francesi.

In questo documento presentato ufficialmente al Comune si spiega perchè Azimut sarebbe “costretta” contrariamente ai patti, ad esigere una concessione del porto di Varazze per un secolo anzichè 50 anni. In poche parole: hanno presento un piano finanziario fino al 2090 (!) dove si dimostra che ci perdono dei soldi a meno che il Comune non gli conceda una concessione lunga quasi un secolo.

La capacità di prevedere il futuro è dunque davvero straordinaria. Ovviamente dimostra come nel 2080 (!) i conti potrebbe non tornare se…

Una presa in giro per ogni persona di buon senso tranne per il Sindaco e una maggioranza che sembra aver preso sul serio iun’idiozia tecnica del genere. Siamo senza parole. 

P.S. nel frattempo è notizia di pochi giorni fa i natanti sotto i 14 metri saranno detassati. Bene. Ma il mitico piano finanziario fino al 2090 ha previsto anche questo ?

5 commenti

Giu 20 2013

Il prezzo è giusto?

Qualcosa ne capiamo. Valore di mercato: 6000/7000 euro al massimo + 2000 installazione. Speriamo che il Comune, come spesso accade in questo settore, non se lo sia fatto rifilare al doppio o  al triplo del prezzo. O molto più probabilmente è stato messo gratis in cambio della valanga di pubblicità che ha sommerso Varazze in perfetto stile Las Vegas. Sempre che non passi pubblicità anche su questo cartello: saremmo al ridicolo e all’improvvisazione.

Commenti disabilitati

Pagina successiva »