Archive for Novembre, 2013

Nov 30 2013

Tapulli in libertà (di fino)

Pubblicato da archiviato in Varazzate

Continua l’intensa campagna per la ricerca del petrolio a Varazze. Soprattutto quello che convince di più e l’accuratezza  con la quale viene fatto il lavoro di ripristino e il totale disinteresse per la tenuta di una strada asfaltata con soldi nostri 12 mesi fa arrivata a 16 buchi in 14 mesi. Più che una strada un simbolo.

Questo è l’ultimo lavoro fatto presso l’edicola di Piazza Dante.

Commenti disabilitati

Nov 29 2013

Come rendere difficile la vita ai varazzini (e non) che pagano per parcheggiare

 

Hanno installato le nuove macchine per il pagamento della sosta. Oltre ad obbligare l’ennesimo cambio di tessera (era proprio impossibile  validare quelle vecchie? ) sono pazzeschi per macchinosità di utilizzo . Il problema è che sono state ideate da qualcuno che voleva complicare la vita al prossimo. Un software assurdo le governa. Complesso,  incomprensibile. Ma (e lo chiediamo agli Amministratori) le avete provate di persona prima di dare l’ok?  Perchè secondo me sono scarti di software che vi (ci) hanno rifilato.

N.B. Esattamente come il cartellone luminoso costato (21.00 euro!)  3 volte il suo valore di mercato e che rimane lì inutilizzato giusto per accecare  gli automobilisti…

Commenti disabilitati

Nov 28 2013

Il parere di un Vigile del Fuoco

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Ricevo e volentieri pubblico:

Sono uno di quei VVF (si scrive in questo modo ) che tra pochi giorni occupera’ il nuovo distaccamento di Varazze , non sta a me giudicare l’operato di quelle amministrazioni che con il loro agire hanno permesso che un presidio fondamentale per la sicurezza di migliaia di cittadini finisse all’interno di moduli abitativi e di container , ci tengo pero’ a sottolineare che i Vigili del Fuoco che lavorano presso il dist. di Varazze hanno accettato questa precaria condizione perché le amministrazioni che si sono succedute in questi anni si sono impegnate a costruire una nuova caserma ,quindi’” la baraccopoli” dovrebbe essere solo transitoria . Purtroppo non esistono certezze sui tempi ,ma se non avessimo accettato la soluzione proposta, è opinioni di tutti noi che il Distaccamento di Varazze sarebbe stato trasferito nella sede di Savona e poi sarebbe stato definitivamente chiuso.I vigili del Fuoco non si devono vergognare di niente , poiché la dignita’ e l’onore lo conquistano ogni giorno sul campo avendo come unico scopo la tutela della popolazione

Se posso aggiungere: non ho il minimo dubbio del ruolo fondamentale di tutela per la Comunità. Proprio per questo viene un po’ di rabbia per il trattamento riservato ad un presidio fondamentale anche perché era una necessità nota da 7 anni. A me spiace molto che ci si trovi in questa situazione. Sulla caserma nuova personalmente non ci credo più di tanto perché ci vorrebbe molta molta più determinazione dell’Amministrazione. Il rischio reale è che prima o poi si decida per motivi strutturali di cancellare il presidio varazzino. Il rischio c’è ed è concreto nonostante lo spirito di adattamento suo e dei suoi colleghi. Comunque grazie per il lavoro che fate e le scelte “sopportate”. p.s. VVF giusto! Chiedo scusa. Non sbaglierò più.

Un commento presente

Nov 27 2013

Vigili del Fuoco: “baraccati” istituzionali?

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Lo dico con dispiacere perché sono uno strenuo difensore dell’utilità dei VV.FF. a Varazze, posizione strategica per moltissimi interventi e per l’immediato entroterra, nonché presidio fondamentale per il polo della sicurezza che esisteva a Varazze. Tuttavia le condizioni in cui hanno messo il distaccamento è non vergognoso ma di più.

Personalmente credo che i VV.FF. avrebbero dovuto rifiutarsi di finire dentro dei container, con garage fatto con dei contenitori messi uno sopra l’altro. Non ci sono soldi? Ci sono delle priorità in questa città (a parte fare gli accordi spartitori per il PUC)? I VV.FF. lo sono o non lo sono? Questo è il monumento all’incapacità perché un conto è trovarsi delle emergenze risolte comunque a 20 cm di rifacimento di strada la giorno, un conto è sapere da 7 anni (!) che occorrerà trovare una stazione decente ai VV.FF. e non ridursi a metterli in un baraccamento all’ultimo secondo.

Una vergogna. Vera. Civile. Non politica.

2 commenti

Nov 25 2013

A Varazze la mamma delle inefficienze è vergine.

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

C’è da sproloquiare sulla partecipazione “doverosa” per la redazione di un PUC che non ci sarà ? Ecco il papà ! (assessore Carletto). C’è da ostentare con orgoglio la presenza maniacale ad ogni minimo evento tenutosi in questi 5 anni? Ecco il papà ! (il Sindaco). C’è da rivendicare orgogliosamente la messa in opera di un cartellone luminoso pagato 5 volte il suo valore di mercato (21.000 euro) e inutilizzato da 6 mesi ? C’è il papà ! (assessore Schiappapietra) .

C’è da capire come mai non c’è una politica di rinnovamento tecnico della macchina comunale? Papà non pervenuto. C’è da capire perché non c’è uno straccio di politica turistica? C’è da capire perché tutte le aziende industriali abbiano chiuso in questi 5 anni? Perché non si favoriscono le politiche di alleanza comprensoriale per i servizi ai cittadini? Perché abbiamo una bomba ecologica innescata sulla testa ovvero la discarica e nessuno muove un dito? Perché si continua a costruire in zone pregiate con deroghe urbanistiche su deroghe (Vignetta)? Perché una tranquilla villetta a due piani è stata trasformata di un bunker gigantesco? Perché non c’è una politica organica di controllo e sicurezza sul territorio? Perché non c’è la minima pianificazione operativa per intervenire sulla sicurezza idrogeologica? Etc. etc. Etc.

Non si trovano i papà…

Un commento presente

Nov 23 2013

Lotta contro i soprusi delle Poste monopoliste a Varazze

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

Non siamo soli. Anche il Sindaco di Carcare oggi su La Stampa ha posto la questione.

Nel nostro piccolo è stato appena inviato un esposto all’Autorità Garante per la Concorrenza e la tutela del consumatore. Ecco parte del testo che riguarda Varazze:

Negli ultimi mesi è stato chiuso permanentemente lo sportello dedicato alle spedizioni postali.

Ciò costringe l’utente generico non cliente di Poste Italiane S.p.A. per poter accedere  al servizio postale universale (raccomandate, francobollatura etc., a rivolgersi esclusivamente presso gli sportelli per il servizio a denaro dove viene data la precedenza sistematica ai clienti di Poste Italiane S.p.A. (lettera di attesa contrassegnata con la E per i clienti, lettera contrassegnata dalla A per i non clienti correntisti) .

Ciò comporta una precedenza e un’ingiusta preferenza  al cliente correntista di Poste Italiane anche per i servizi attinenti il servizio postale universale, servizio pubblico svolto in cambio di corresponsione di denaro pubblico, da parte della stessa Poste Italiane S.p.A.

La situazione in sintesi  causa un privilegio illegittimo  di accesso ad un servizio pubblico  (servizio postale universale) a vantaggio dei propri clienti correntisti in questo modo ledendo i principi specifici posti a tutela dall’abuso di posizioni monopolistiche.

 

Commenti disabilitati

Nov 22 2013

Io non pago per AMT/TPL

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

Gli autobus TPL passano anche a Varazze nel servizio Voltri-Varazze.

Non chiedetemi soldi per AMT/TPL. Un carrozzone spaventoso somma di oggettivi privilegi ai quali non si rinuncia se non a parole e sprechi allucinanti. Non ci credete? Chiedete a qualcuno che lavora nelle officine AMT e vi racconterà.

Lavoro fino ad agosto per pagare le tasse. Poi mi devo anche pagare da vivere che è un fatto  secondario che non interessa a nessuno visto che in corteo ci andrei da solo e se occupassi la Sala del Comune di Varazze mi portano via con le sirene. Come è secondario che non abbia diritto a nulla in termini di servizi pubblici se non sostenere la baracca all’infinito.

Dunque non venga in mente alla Regione di mettere aggiuntive per la società regionale di trasporto che stanno per creare, pensata per assorbire AMT/TPL e i suoi debiti facendoli pagare a chi lavora in Liguria (sempre meno e sempre più tartassati). Io non la pagherò.

Commenti disabilitati

Nov 22 2013

“Vecchia ferrovia” interrotta da agosto: si rifà l’intonaco

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

Dopo 4 mesi nella principale strada interna di Varazze succede qualcosa.

Interrotta dai primi di agosto perché (lo abbiamo dedotto seppur nel silenzio totale del Comune) per il distacco di alcune parti di intonaco dal soffitto della galleria ottocentesca in pietra.

Un lavoro che in un Paese normale civile si sarebbe fatto in un paio di giorni e qui ha comportato 4 mesi di preparazione. D’altronde la strada di Casanova ha progredito per circa 20 cm./die e dunque non è che ci si possa aspettare colpi di reni spettacolari…salvo che ci siano le elezioni in vista…?

p.s. sempre in attesa degli aggiornamenti sugli esiti degli incontri riservati per il PUC. Come stanno andando?

Commenti disabilitati

Nov 21 2013

Il reddito di Varazze: 8° città per reddito in provincia ma non bene le famiglie

Sono state rese note  dal Centro Studi Sintesi su dati Ministero dell’Interno e Istat i redidti dei Comuni italiani tra il 1999 e il 2007.

Varazze nel 2007 ha avuto un reddito di 17.646 euro per ogni contribuente (+32,3% rispetto al 1999). Rispetto ad ogni singolo abitante il reddito è stato nel 2007 di 13.529 euro (+ 34,2% riseptto al 1999) e di 27.531 euro per ogni famiglia (+27,2%).

Diciamo subito che Cogoleto, Celle Ligure, Arenzano hanno registrato redditi superiori.

Tuttavia Varazze nella provincia di Savona (se esiste ancora, speriamo di no) si colloca all’8° posto come reddito per contribuente  ma solo al 9° per reddito famigliare  ma solo al 19° per incremento del reddito famigliare (+27,2%)

Cosa vuole dire questo? Vuole dire che le politiche famigliari a Varazze hanno segnato il passo pur in un contesto reddituale discreto. I numeri dicono dunque che già nella fare precrisi le politiche a sostegno della famiglia  nella nostra città hanno segnato il passo rispetto al reddito disponibile.

Seguono altri dati.

 

 

9 commenti

Nov 20 2013

La madre di tutte le tangenti

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Spazio Aperto

Derego per una volta ai temi varazzini. Me lo perdonerete…

http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/generale-Rapetto-su-gioco-azzardo.aspx

La domanda è semplice: chi sta controllando il livello di vita dei pregressi direttori, dirigenti e funzionari dell’Azienda monopoli legati agli eventi?

Chi sono stati i deputati che hanno votato a favore dello sconto di 98 miliardi di euro ? (200.000.000 .000.000 miliardi di vecchie  lire – avete letto bene)…

 

Commenti disabilitati

Pagina successiva »