Archive for Marzo, 2014

Mar 31 2014

Comunali: se SEL e associazioni imprenditoriali si alleano…(ci fidiamo?)

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Elezioni Comunali prossime e si costruiscono le alleanze. Una desta un po’ di curiosità. La Ratto presidentessa di un’associazione di categoria di  commercianti (quanto rappresentativa?) sarà la candidata  di una  lista che raccoglie  un pezzo del PD (quello di sinistra più tradizionale guidata da Busso), candidati di area Confindustria e un partito della sinistra più tradizionale coma la SEL. SEL in particolare si è distinta in passato con furiose polemiche sull’imprenditoria locale con posizioni che non hanno mai nascosto una visione lontanissima anni luce dalla richiesta di maggiore flessibilità per l’imprenditoria locale. Interessante anche come si potrà dipanare l’ovvio conflitto di interessi tra associazione di categoria presieduta dalla Ratto e il candidato sindaco (sempre la Ratto).

Quali garanzie ci sono per i cittadini di avere un’amministrazione realmente imparziale? La sensazione è che si punti ancora una volta a logiche e intrecci di interessi (legittimi) ma poco trasparenti e soprattutto che non rendono trasparenti i processi decisionali.

Commenti disabilitati

Mar 30 2014

Oggi il classico mercato della domenica (48 bancarelle abusive)

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Di solito il mercato a Varazze è il sabato. Quello di chi paga le tasse. Ma oggi si raddoppia. Nella solita zona franca dal molo fino al bar Onda Azzurra non si riesce a camminare: noi abbiamo contato stamattina alle 11.50  48 venditori abusivi con bancherelle annesse. La Passeggiata è ridotta della metà. Il tutto nella totale indifferenza; Varazze si conferma il punto franco dove i venditori abusivi sanno che il limiti di tolleranza sono il decuplo rispetto ad altri Comuni dove il fenomeno è ridotto o inesistente.. A questo punto pare evidente che l’Amministrazione e la polizia locale si sono arrese. Ma è anche un simbolo del lassismo e dell’indifferenza, della scarsa attenzione alle regole che vigono in questo pezzo di Liguria che pare inseguire il pessimo esempio di altre zone d’Italia.  In questo modo anche il turista percepisce un chiaro messaggio: a Varazze si può tutto, soprattutto i comportamenti illegali.

Guai moltiplicati per dieci?

 

Commenti disabilitati

Mar 29 2014

A rischio della vita

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

Oggi ho visto una mamma in bici con il suo bimbo sul seggiolino. Da un lato l’ho ammirata per la buona volontà dall’altro mi ha colpito i pericoli ai quali si è esposta e ha esposto il bimbo. Un autentico zig zag tra le auto e i tubi di scappamento nella speranza che tutti la vedessero. Le piste ciclabili ovviamente non esistono: la nostra è una città a misura d’auto e solo un incosciente può decidere di andare a fare un giro in bici con un bimbo. Eh sì è proprio così. Certo non ci sono gli spazi per le piste ciclabili ma è anche un dato di fatto che non c’è la minima attenzione alle necessità dei pedoni e dei ciclisti. L’auto viene prima di tutto ed è  il tutto frutto di una cultura preistorica figlia degli anni ’70. La stessa concezione (errata) che porta a pensare (sbagliando) alcuni streteghi dell’urbanistica (tra questi Busso) che l’Aurelia bis dovrebbe essere una strada a veloce percorrenza trasformandola in un assurdo budello che dividerebbe la città a metà con auto che sfrecciano ai 70 km/h per attraversare Varazze.   Una scelta semplicemente folle ed anacronistica alla quale ci opporremo sempre e con determinazione.

Un commento presente

Mar 28 2014

Vaccarezza vicepresidente Autostrada dei Fiori. Tre domande semplici.

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Gli organi di informazione ci hanno fatto sapere che Vaccarezza è il nuovo vice presidente dell’Autostrada dei Fiori SpA ovvero della società che gestisce l’autostrada con le tariffe più care d’Europa che va da Savona a Ventimiglia.

Andare fino a Ventimiglia in autostrada è oramai un lusso e infatti la Società in questione nel 2013 ha fatto “solo” 21 milioni di euro di utili. I liguri e i varazzini sono letteralmente taglieggiati da costi abnormi che penalizzano tutta l’economia e che per altro invece di risentire del mercato godono di aumenti automatici ogni fine anno in barba ad ogni considerazione di buon senso.

Vaccarezza secondo accordi che vedono la vice presidenza in alternanza a Provincia o Comune di Savona , incasserà uno stipendio intorno ai 50.000 euro l’anno probabilmente. La domanda è quali interessi tutelerà, quelli di una Comunità che paga pedaggi autostradali pazzeschi o quelli della Società che gli corrisponde un emolumento comunque importante (senza per altro spelarsi le mani…)?

Sarebbe interessante saperlo…ma non a parole…

Signor vicepresidente Vaccarezza, ha in programma di chiedere sconti per i residenti visti gli utili enormi della società? Ha in programma di chiedere agevolazioni per i pendolari? Ritiene che non la società non debba accettare automaticamente gli aumenti di tariffe in presenza di una crisi economica che sta mettendo in ginocchio una regione? ecc. ecc.

Ci faccia sapere Signor Vice presidente (di Autostrade S.p.A.).

Commenti disabilitati

Mar 27 2014

Elezioni: c’è una gran agitazione degli “addetti ai lavori”. Ma alla gente interessa?

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Certo, a fine maggio si terranno le elezioni Comunali. Da mesi chi è appassionato o chi ha motivazioni ci pensa, se ne occupa, ne discute.

Un tempo c’erano le agorà, ora nella migliore delle ipotesi i bar o i siti web. Ci sta. Segno dei tempi. Impensabile oggi un bel comizio: chiunque ci abbia provato anche recentemente, ha visto presenze ridottissime.

Tra la gente l’interesse alle elezioni è minimo e i varazzini oggi più che mai si “limiteranno” ad una valutazione di massima per magari poi scegliere ”il meno peggio” tale e la sfiducia verso la politica, tutta,  compresi chi fa politica contro la politica.  E’ una crisi di interesse e di fiducia e in alcuni casi di rassegnazione. Non credo i che la voglia di approfondire i programmi sarà così diffusa; spesso essendo una piccola città ci sarà la tara di credibilità e sensatezza delle proposte di uomini e donne in campo visto che poi alla fine le idee e le capacità camminano con le gambe delle persone.

Commenti disabilitati

Mar 26 2014

Pensiero varaginenses

Pubblicato da archiviato in Proposte e Provocazioni

Varazzini? Brutta razza. A essere sinceri non è che godiamo di chiara fama. Nei tanti anni girati per la Liguria ho potuto constatare che un po’ ci temono un po’ siamo antipatici.

Mi sono chiesto se il fatto di essere “genovesi” di cultura, di storia  e di inflessione dialettale (meno male) abbia contribuito a diffidare tradizionalmente dei varazzini da Albissola in là. Certo è che soprattutto in Val Bormida ci vedono tradizionalmente come piuttosto “cattivi” e inaffidabili. Gente “difficile” con la quale nel commercio ma non solo è meglio non avere a che fare. Alla fine l’ho sempre presa come un piccolo complimento perché il tutto nasce con ogni probabilità dalla capacità commerciale di arrangiarsi in tempi nei quali non c’era il codice del consumatore… Ad onor del vero i varazzini sono davvero gente difficile, scaltra, rognosa e non proprio solare capace anche di qualche “trabocchetto”.  Bisogna anche dire che quando c’è bisogno per davvero (penso all’alluvione 2010) , un po’ come tutti i liguri, rispolvera una capacità di solidarizzare vera, non a parole. Concreta.

Va beh..ce li prendiamo così, così come noi tutti siamo…almeno un po’…?

 

Commenti disabilitati

Mar 25 2014

I permessi per il recinto…

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Ho incontrato per caso un mio amico. Ha rilevato dopo anni di abbandono un ristorante-parco sulle via del Beigua. Conosciuto ma lasciato lì da anni. Un lavoro immane quello di metterlo in sesto e rilanciarlo. Ha un’area verde enorme e il suo nome nasceva dalla presenza storica di animali e in particolare di cavalli e pony. Era demoralizzato. Mi ha raccontato che per fare un recinto di legno occorre una miriade di permessi. Figuriamoci cosa sta passando (lui , come chiunque si trovi in questa situazione nella lotta contro la burocrazia ordinaria). Gli era già quasi  scappata la voglia e forse l’entusiasmo.

Credo che terrà duro e ci proverà lo stesso perché è una persona seria. Queste sono però le cose che ti fanno pensare. Invece di aiutare  l’obiettivo primo è quello di fare pile di documenti inutili anche perché la staccionata di legno – è notorio – ha un impatto ambientale davvero notevole soprattutto se paragonato a quelle piccole bombe ecologiche coma la discarica sparse qua e là sul nostro territorio.

Comunque in bocca al lupo e….non mollare!

Commenti disabilitati

Mar 24 2014

L’anomalia statistica

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

C’è un’anomalia statistica a Varazze degna i essere studiata da qualche cervellone da Medaglia Fields  (il Nobel della matematica per il nostro onorevole locale così non rischia brutte figure con le Iene fuori dai tetti del Parlamento). Sì perché pare che tutti i rintronati stiano da una parte: ingegneri, avvocati, persone di buon senso, gente che fa volontariato quando Grillo si faceva pagare in nero al Covo di S.Margherita,  professionisti e dipendenti che si fanno un mazzo così, non hanno capito una beata “cippa”. Infatti tutti quelli che non sono stati illuminati da Scientology-M5S sono mediamente dei reietti umani a Varazze come da altre parti.

A leggere siti pentastellati (il doppio di storia e metà di lettori)  non si salva nessuno: o sei con loro perché hai capito tutto o nella migliore delle ipotesi sei uno scappato di casa. E giù a dare dell’addormentato, del riciclato, del trasformista, del mangia mangia, ecc. ecc.

Eh calma ragazzi. Probabilmente è così. Siamo tutti dei poveri squinternati  incapaci di mettere un’idea decente insieme. Quante lauree buttate nel gabinetto! Quanti sacrifici dei papà e delle mamme per poi contribuire a sfasciare la città!  Eeee…va beh dai,  ce ne faremo tutti una ragione. Il buon Gianni Way  già candidato di lungo corso in altre elezioni partitizzate  (riciclato pure lui?)  e il deputato che fa i tour per presentare  l’unico progetti di legge di cui è promotore sulla regolamentazione  ”degli spettacoli di strada”,  cambieranno la città in meglio perché ovviamente per via dell’anomalia statistica vinceranno alla grande.

p.s. raga parliamo di programmi? O dobbiamo fare tutta la campagna elettorale così?

 

4 commenti

Mar 23 2014

Un’ora ben spesa.

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Venerdì sera sono andato ad ascoltare l’incontro di riflessione che Don Doglio, il Parroco di S. Ambrogio,  tiene ogni venerdì della Quaresima (nella Sala parrocchiale di fronte alle ex poste). Don Doglio è un uomo di cultura straordinaria ed è ordinario di Sacra Scrittura presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Conosce il greco biblico, l’ebraico e immagino l’aramaico. Soprattutto è un comunicatore eccezionale per chiunque. Credenti, cristiani, cattolici praticanti, atei, agnostici. Per chiunque. Trascorre un’ora (la sala strapiena) nel silenzio assoluto e forse il “ronzio” dei nostri cervelli (e anime per chi ci crede) che si riempiono di storia, suggestioni, riflessioni.

Un’esperienza bellissima per chiunque, ripeto al d là del proprio sentimento religioso. Questo perché Don Doglio (a mio parere è un onore averlo Parroco nella nostra città) sa raccontare ancora prima che spiegare, episodi  dei Vangeli con un’attualità e un approfondimento che personalmente non ho mai sentito altrove.

Consiglio davvero, chiunque voglia capire meglio, imparare, avere conoscenze maggiori,  di approfittare di questi appuntamenti perché, almeno a mio parere, è un modo intelligente ed emozionante di trascorrere un’ora.

Un commento presente

Mar 20 2014

T1: per essere precisi.

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Ho ricevuto le mail sempre cortesi dell’amico Paolo Bassafontana consigliere del M5S. Non devo certo difendere il  consigliere Franzone, lo sa fare benissimo da solo.

Franzone non ha votato la proposta di  rateizzazione degli oneri T1 così come presentata dall’Amministrazione. E’ persino scritto sulla delibera, basta leggere con attenzione. Dunque non ci sono errori.  Franzone non mi pare il tipo che si fa condizionare dai pubblici ludibri . Fa quello che pensa sia giusto qualche volta sbagliando come tutti. In questo caso ha fatto la cosa giusta e per “combinazione” coincide con il giudizio del M5S sulla proposta presentata dall’Amministrazione. Ogni tanto capita. C’est la vie.

Per il resto con il M5S siamo (una volta tanto) d’accordo e lo diciamo da tempo: la T1  è una schifezza  per come è stata gestita ma soprattutto per come si sta gestendo.

Lo abbiamo scritto anche noi molte volte. Ora occorre mettere punto a capo, cancellare la ridicola quanto faraonica piscina e utilizzare l’area dell’ex campo sportivo Pino Ferro per realizzare parcheggi e un centro operativo pubblico di soccorso e servizi di pubblico interesse.

 

Commenti disabilitati

Pagina successiva »