Archive for Maggio, 2014

Mag 31 2014

Questi sono “strani”: delle bandierine non pare importagliene nulla

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Volere mettere le bandierine su questa Giunta (qualunque esse siano) rischia di essere tempo perso. Non credo che serva a nulla, anzi è del tutto inutile perchè ho l’impressione che delle bandierine non ne sentano il bisogno. Insomma all’esterno facciano un pò quello he vogliono che intanto non cambia niente . Questi delle bandierine da quel che ho capito non gliene interessa nulla forse coerentemente con la campagna elettorale, a come è nata la lista e a come sta iniziando a lavorare.  Dunque Buon lavoro.

Commenti disabilitati

Mag 31 2014

Il nuovo Governo della città

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Per gli appassionati delle  oscure “ manovre di palazzo” ecco l’elenco degli assessori nominati ieri così come sono riportati dai media locali. Mi risulta che la riunione sia durata circa 30 minuti dove il sindaco ha illustrato i criteri e le logiche di assegnazione che rispettano gli obblighi sulla parità di genere e sull’impegno preso di tenere in prima considerazione le preferenze ottenute. L’incontro contrariamente alle truci aspettative  di alcuni pare si sia si  risolto del tutto serenamente ed è durato circa un’ora per verificare gli aspetti operativi. Sinceramente non credo ci fossero “grandi vecchi” . Oggi dovrebbe tenersi una prima Giunta. L’età media della Giunta è poco più di 40 anni.

ALESSANDRO BOZZANO – SINDACO

Presidenza Consiglio – Polizia Municipale – Abusivismo – Giardini –

Unione Comuni – Protezione Civile

PIACENTINI FILIPPO – VICE SINDACO

Affari generali – Commercio – Demanio – Informatizzazione – Turismo

PIERFEDERICI LUIGI – ASSESSORE

Edilizia pubblica – Impianti tecnologici – Politiche giovanili – Sport – Partecipazione – Arredo

BACCINO MASSIMO – ASSESSORE

Edilizia Privata – Urbanistica – Ambiente e discarica – Nettezza Urbana – Strade

MANNA LAURA – ASSESSORE

Bilancio – Finanze – Tributi – Patrimonio – Personale

CALCAGNO MARIA ANGELA – ASSESSORE

Cultura – Servizi Sociali – Demografici – Servizi cimiteriali

4 commenti

Mag 30 2014

Consiglio comunale: un’età media molto più bassa. Cambio di generazione.

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Le recenti elezioni al di là dei risultati mi pare abbiano segnato un cambio generazionale. Molti dei consiglieri decani non sono stati riconfermati (Carletto, Torelli, il sindaco uscente Delfino) e altri non hanno partecipato alla competizione elettorale. L’età media si è abbassata notevolmente e in generale il Consiglio Comunale appare con un’età media molto più bassa. Forse ce n’era bisogno. Anche la Giunta Comunale si preannuncia di età media piuttosto bassa intorno ai 40 o poco più. A occhio e croce una 20 anni  in meno delle precedente Giunta. Certo non è una gara a chi è più giovane ne tanto meno significa per forza più qualità; non è così ma certo può voler dire maggiore sensibilità a temi oggettivamente trascurati come l’informatizzazione, l’ambiente, le politiche giovani.

3 commenti

Mag 29 2014

100 giorni

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Sono i famosi 100 giorni durante i quali le neo-Amministrazioni danno  forma a quello che sarà il mandato. Sono anche i giorni nei quali sulla scia del mandato esiste un naturale consenso (che poi scema o si mantiene) che permette decisioni che in altri momenti sarebbero molto più macchinose e contrastate.Da queste decisioni si capirà quali sono le strade imboccate e cominceranno ad essere tratte le prime valutazioni.

Vedremo come sarà l’avvio dell’Amministrazione di Bozzano e soprattutto l’imprinting sulle principali decisioni prese. In giornata probabilmente sarà resa nota la composizione della Giunta Comunale. Bozzano all’epoca sostenne che avrebbe tenuto conto primariamente del consenso ricevuto dai singoli candidati. Tra poco si saprà.

 

Commenti disabilitati

Mag 28 2014

Il “dilemma” M5S

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

E’ il destino “naturale” di tutti movimenti di protesta che si caratterizzano per alcune aspetti standard: guida carismatica, procedure democratiche interne non codificate, scarsa tolleranza per il dissidio interno, toni aggressivi. Tutto nel limite del legittimo ma per queste realtà la scienza politica ha delineato due destini ben distinti: il primo è quello di assumere la maggioranza assoluta dei voti e di terminare quanto è stato intrapreso fin dall’inizio ovvero il potere assoluto senza dovere fare mediazioni con nessuno; il secondo è quello di mutare il proprio corredo genetico cercando accordi e mediazioni e perdendo gradatamente le caratteristiche “rivoluzionarie” per diventare un partito “istituzionale”.

Chi dentro il M5S a livello nazionale propone questa strada di fatto, sta decretando la fine del M5S così come è nato e prenota inevitabilmente una divisione tra più frange che inevitabilmente si creerebbero.

Per questo Grillo e C. tergiversano stretti come spesso succede dai propri eccessi che alla fine forse, chiedono il conto.

Un commento presente

Mag 27 2014

Pagellone: chi perde e chi vince

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

Proviamo il gioco del pagellone. La partita è giocata ma il pagellone (spero che non se la prenda nessuno) incombe…

Lista Movimento 5 Stelle: voto 6,5

Lottano con una volata durata 5 anni. Tenacia, costanza e spirito pugnace. Spunti e polemiche spesso ben poste. Nella corsa trovano anche un deputato che però incide poco o nulla  troppo preso da dinamiche che con Varazze poco centrano. Non riescono però a incidere più di tanto nella  Varazze popolare, quella che conosciamo nei pregi e nei difetti: anche la lista ha risentito di questo problema dando l’impressione di essere in parte avulsa dal tessuto della  città.

Candidato: Gianni Wy voto 5,5 Persona degnissima e corretta. Ha avuto “la colpa” a tratti di dare l’impressione di essere spavantato dalla possibile elezione a sindaco. Forse la gente lo ha intuito.

Lista “io amo Varazze”: voto 3,5  Parte da una dote di 4500 voti e se ne ritrova 1700 per via del giudizio profondamente negativo sull’Amministrazione uscente. Sconta in più la situazione di subbuglio generale  nel centro destra nazionale. Peggio di così non era facile. 

Candidato Gianantonio Cerruti: voto 7 Ci mette la faccia sapendo di perdere. Lo fa con grinta senza mai trascendere o demoralizzarsi. Paga anche il conto di altri.

Lista  ”Essere Varazze”: voto: 7  Ben costruita, resiste alle tensioni iniziali di rodaggio e prosegue con una campagna elettorale sobria, più ”per” che “contro”. Riesce a intercettare un voto libero fluttuante. 

Candidato: Alessandro Bozzano: voto 7  Non parte benissimo e paga l’aurea  dello sconfitto dell’ultima volta 5 anni fa. Evita la rissa elettorale. Si mostra molto più umile e asciutto del passato e la gente se ne accorge.

Lista “Varazze la tua città”:  Voto 4,5  Aveva tutto dalla sua parte. PD al massimo storico. Esponenti forti, associazioni di categoria (pezzi) e datoriali il tutto condito dalla sponsorizzazione più volte ribadita del PD ufficiale che mobilita pezzi grossi per sostenerla. Perde per strada almeno il 15% dei voti e 1/3 dei voti teorici  oltre a  un’occasione forse irripetibile. Cambierei strateghi.

Candidata Marilena Ratto: Voto: 6  Si presenta bene, parte per prima per una volata lunga.   Forse non consigliata al meglio, lotta, ma va un pò in difficoltà quando c’è da diventare un pò “cattivi” e il gioco (elettorale) si fa duro.  

 

5 commenti

Mag 27 2014

I risultati delle Comunali 2014

Giovanni Detto Way D’aliesio  1779     22,52%   MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT

Marilena Ratto                              2147     27,18%    LISTA CIVICA – VARAZZE LA TUA CITTA’

 Alessandro Bozzano                  2566     32,48%   LISTA CIVICA – ESSERE VARAZZE

 Gianatonio Cerruti                     1406     17,8%     LISTA CIVICA – AMO VARAZZE

Commenti disabilitati

Mag 27 2014

Vince “Essere Varazze” . Bozzano è il nuovo sindaco.

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Era nell’aria che lo scontro sarebbe stato serrato. Personalmente pensavo che tutte le liste avrebbero raggiunto o si sarebbero avvicinate di molto ai 2000 voti. “Essere Varazze” che ha mostrato forte vitalità fin dalla sua costituzione, ha subito dato l’impressione di essere formata da un gruppo affiatato e credibile. I dato delle tante ma soprattutto diffuse preferenze personali ottenute dalla lista lo dimostrano. “Essere Varazze” è nata da 5 amici che circa due anni fa hanno cominciato a ragionare sulle necessità di una città bellissima,  scesa molto in questi anni in quanto a prestigio e importanza.

Sì è vero, tra quelle 5 persona una ero io. Non ci vedevamo per fare o pensare liste o sindaci ma per il piacere di capire insieme meglio cosa si poteva fare di civico e libero per Varazze. Solo passione civica. Con il tempo e qualche iniziativa abbiamo cominciato a raccogliere le adesioni di persone, sempre di più, sulla base e sui programmi iniziali buttati giù tra una sera e l’altra. Ricordo anche la derisione e le botte di ingenuo prese per strada da chi diceva che ero un povero illuso. I “professionisti” mi spiegavano perché si sbagliava tutto.

No, non è andata così. Io personalmente non l’ho con nessuno, neppure con chi si è preso delle libertà di parole che solo la mia tolleranza hanno fatto sì che rimanessero parole al vento.

Ora però vi dico che avevo ragione io. Insieme a 2565 persone.

A governare la città ci sono persone che ho conosciuto come oneste, chiare, pulite. Possono rilanciare la città. Ci proveranno con tutte le forze. Libere. Per me per ora basta.

Grazie Varazze.

p.s.  Come sempre “Parliamo di Varazze”  finché potrò e ne avrò voglia sarà lì a raccontare cosa cambia in Varazze. Senza regalare niente a nessuno

 

2 commenti

Mag 26 2014

Puo’ succedere (ancora) di tutto..

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Alle 14,00 aprono le urne che decideranno le elezioni Comunali di Varazze. Nella sede della Ratto alberga grande ottimismo sulla scia dell’ottimo risultato del PD di Renzi; il ragionamento è semplice: se pari pari l’elettorato che ha votato PD fa il ragionamento lista Ratto=lista PD -abbiamo vinto- deducano lecitamente. Poi c’è la delusione del M5S che teme per il verso opposto che il calo vistoso dei grillini possa coinvolgerli con un risultato non all’altezza  nelle elezioni Comunali.

Quanto poi l’elettorato di centro destra moderato che a Varazze è maggioritario e 60 anni di elezioni non lo hanno scalfito seppure sotto diverse forme, dove finirà? Voterà compatto Cerruti, facendo spazio ad un clamoroso risultato? Farà scelte diverse?

Il tutto con sullo sfondo “Essere Varazze” terzo incomodo, segnato come probabile perdente visto il successo proditorio  possibile della lista “Varazze la mia città” che erediterebbe gran parte della dote del 36% dei voti PD europei. Esiste poi la variabile preferenze che in elezioni comunali incide anch’essa non poco. Ripeto, favorita al momento alla luce delle elezioni Europee forte di un 36% del PD la Marilena Ratto e i sostenitori della prima ora in primis Busso.

Tuttavia sono troppe  le possibili dinamiche che restituiscono ancora un’elezione per il sindaco davvero incerta. Alle 15,30 si saprà.

Commenti disabilitati

Mag 25 2014

Buona Domenica e buon voto a tutti!

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti

Ricordo che oggi si vota per le elezioni Europee e per eleggere il nuovo Sindaco e il nuovo Consiglio Comunale.

Buon voto a tutti.

 

Commenti disabilitati

Pagina successiva »