Archive for Agosto, 2015

Ago 31 2015

Noi varazzini reduci del centro storico…Gli ultimi dei Moicani?

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Alcuni mesi fa si accese una polemica feroce a Celle Ligure perché le condizioni di mercato degli affitti e dei prezzi degli immobili hanno innescato una lenta ma inesorabile procedura di espulsione dei residenti dal centro storico cellese. Inevitabile che in inverno e non solo, il bellissimo borgo si presenti praticamente deserto, con pochissime persone che lo rendono un posto vivo e non solo “vacanziero”. Anche a Varazze sta accadendo , seppure più lentamente, la stessa cosa. Vivere nel centro storico di Varazze, ben più ampio e complesso di quello cellese è sempre più complicato. Assenza di parcheggi, confusione infernale durante l’estate, smog, liti, affitti alle stelle, possibilità di comprare case ben più grandi fuori dalla magica cinta dei “100 metri dal mare”, fanno sì che per chi abita nel cuore di Varazze, soprattutto se ha una famiglia, diventi davvero arduo resistere.
Una sindrome da ultimo dei Moicani che piano piano ti assale, dribblando escrementi di cane, cinquantenni panciuti a torso nudo rigorosamente sudato e in crisi ormonale che si sentono Brad Pitt e prezzi stellari per qualunque cosa si compra.
Molti alla fine cedono e trasmigrano in qualche frazione. Il risultato alla lunga è disastroso, facendo del centro città una sorta di città di plastica senza più una vita propria se non quella turistica.
Borghi fantastici come il Solaro, rischiano di svuotarsi, di perdere la bellezza umana che li arricchisce, le tradizioni e gli uomini e le donne che lo vivono come parte della propria esistenza restituendo pezzi di storia e umanità.
Si potrà dire: “è il mercato!”. Bene, io vi rispondo che il mercato può essere, anzi deve essere governato dagli interessi superiori della Comunità e mi chiedo se tante belle città di plastica, belle ma di plastica vera, deserte d’inverno e di autunno, con gli abitanti sempre più esiliati, sia davvero l’interesse superiore di questa Comunità con 2000 anni di storia.

Un commento presente

Ago 29 2015

Festa di N.S. Madonna della Guardia

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Oggi è la Festa della Madonna della Guardia. Messa e processione al pomeriggio e un pò di festa con focaccette. Una bellissima Festa, che sarà molto partecipata. E’ nel cuore dei varazzini e non solo, e di chi è abituato ad alzare lo sguardo rivolgendo un pensiero a quel Santuario che da un secolo vigila sulla nostra città. Chi può o vuole si rechi oggi in pellegrinaggio perché sarà un bel momento da ricordare con affetto. E’ raggiungibile a piedi facendo la strada dell’acqua ferruginosa partendo da Via Cavour (levante della città, zona Poste) per circa 4 km. ed è un percorso bellissimo e suggestivo, oppure raggiungendo il piazzale della discarica della Ramognina (sic) e percorrendo un chilometro a piedi circa.
Buona Festa!

Commenti disabilitati

Ago 27 2015

Memoria storica…del peso che fu!

Pubblicato da archiviato in Curiosità e stravaganze


E’ ancora li …dagli anni ’60!
Secondo me se la sono scordata. Pezzo storico di testimonianza di quando con una monetina la gente si pesava…lungo la passeggiata a mare.
Una volta c’era anche il mitico cannocchiale che ora è stato rimosso.
Magari il Comune tra una scartoffia e l’altra si ricorderà di rimuoverla finalmente….
Alla bilancia i nostalgici degli anni ruggenti sono sicuramente affezionati ma forse è il caso di mandarla in pensione a meno che non si punti direttamente al museo.
Voi cosa ne dite?

Commenti disabilitati

Ago 27 2015

La nuova stazione dei Taxi

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti


Da qualche settimana la cooperativa tassisti ha traslocato. Dalla sede di Piazza Dante si sono spostati in questa palazzine che è un ex casello ferroviario.
Siamo sicuri che presto renderanno anche l’esterno piacevole e armonioso con la storia di questo casello che sorgeva a pochi metri dalla stazione ferroviaria. Sarebbe bello che nel rifacimento delle facciate fosse conservata la memoria storica dell’edificio lasciando la segnalazione del chilometraggio che separa l’edificio dal nodo ferroviario di Genova. Why not?

Commenti disabilitati

Ago 26 2015

Pulizia città: i “cittadini” danno il loro contributo…?

Ovvio che una città è pulita perché vi è un sistema efficiente nettezza urbana (non è il nostro caso) e dei cittadini civili che si comportano rispettando – seppur approssimativamente, ci mancherebbe – le regole (è il nostro caso?).

p.s. Strada per la Vignetta…

Commenti disabilitati

Ago 26 2015

Una lapide commemorativa

Pubblicato da archiviato in Curiosità e stravaganze


Ho notato questa recente lapide commemorativa. In tutta sincerità non l’ho mai sentito nominare. Sarei curioso di conoscere opere e attività letteraria. Qualcuno sa qualcosa di più?

3 commenti

Ago 25 2015

Troppo sporca per essere vera?

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari,Varazzate

E’ la strada forse più sporca del centro cittadino. Certo le auto non aiutano ma siamo abbastanza sicuri che qualcosa con la ramazze non verrebbe via…


Commenti disabilitati

Ago 25 2015

Il silenzio della soddisfazione

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari


+25%, in alcuni casi +30%
E’ l’aumento di incassi che mediamente gli operatori economici legati al turismo hanno registrato in questa stagione a Varazze.
Bene. Anche il silenzio, ovvero l’assenza di lamentele è indicativo. Ora, sarebbe il caso di prendersi una pausa di riflessione, tutti, e provare a capire che forse un po’ più di dinamismo complessivo e perché no, un minimo di collaborazione comune, alla fine, porta dei vantaggi.
In questo caso però, “collaborazione” non significa tanto aggregarsi e fare cartelli che mirano allo status quo, magari lasciando la libera interpretazione a qualche esponente di categoria semi professionista, ma diventare parte attiva, partecipando, proponendo, discutendo e ovviamente decidendo.
Perché il + 25% non c’è tutti gli anni…

6 commenti

Ago 24 2015

Le scelte assolutamente errate di Papa Francesco

Pubblicato da archiviato in Spazio Aperto

Sono stato allievo per molti anni di uno dei principali ispiratori della Dottrina sociale della Chiesa. La conosco bene. L’argomento è complesso. Il tema ad esempio, tra economia di mercato e giustizia sociale lo è altrettanto.
Tuttavia questo Papa ha assunto posizioni, non dogmatiche e dunque oggetto come nel mio caso, di totale disaccordo in particolare (ma non solo) sull’immigrazione.
L’appello ad accogliere chiunque in Europa è linea pratica semplicemente assurdo.
Ho già detto che porterebbe al disastro, al blocco economico e alla crisi dei sistemi sociali. Mi pare che il fatto che i Paesi europei siano evoluti, non significa che debbano pagare una colpa indeterminata, fino al rischio del collasso e dello sfascio sociale.
La questione non è SE accogliere chi ha bisogno di rifugio da guerre in corso, ma in che modo. E la scelta di una modalità irrealizzabile e contro producente è un errore clamoroso.
Forse, non abbiamo capito bene. Le persone che giungono in Europa sono solo in minima parte rifugiati politici (che devono sicuramente e senza indugi essere accolti, penso ai siriani ad esempio). La maggior parte sono emigranti economici, ovvero cercano in Europa un livello di vita impensabile per i posti dove vivono.
Il problema non è accogliere parte di queste persone. E’ possibile e giusto farlo. Il problema è accogliere TUTTI senza alcuna programmazione. Forse la gente non ha capito che le persone che giungono hanno di fatto diritto all’accesso al sistema sociale sanitario che in Italia è per altro universale (ovvero gratis per tutti), ad un alloggio, all’istruzione che in Italia è pubblico e universale (ovvero gratis per tutti) e di fatto per sempre.
Si tratta di assistere in prospettiva a medio termine milioni di persone.
A Varazze ospitiamo circa 100 persone tra adulti e minori. In realtà arriveranno altri “richiedenti asilo” ed è evidente a chiunque che alla fine ne saranno ospitati (ma dove?) altri ancora. Ad oggi non ci sono stati problemi significativi, tuttavia fino a quando il tessuto umano e socio economico può offrire accoglienza senza ridurre i servizi ai cittadini che sostengono il sistema che lo finanzia?
Sappiamo tutti, a parte nel Vaticano a quanto sembra, che le persone che arrrivano non saranno mai rimpatriate.
Ora, quanto può reggere un sistema sociale con l’afflusso senza limiti di persone?
Lo capisce anche un bambino che prima o poi andrà al collasso.
Il Papa però non distingue l’appello morale da quello fattuale e ritiene che si debba accogliere tutti, indistintamente, sempre. Una follia pratica, priva di reale buon senso.
Le altre Chiese cristiane, penso ai Protestanti, ai Luterani, agli Anglicani si guardano bene dal seguire le posizioni del Papa. Forse perchè non condividono i dettami cristiani? Certo che no. Sanno piuttosto che l’accoglienza non si fa aprendo indiscriminatamente le porte a tutti e comunque. Per le ragioni dette.
Anche gli altri Paesi, tranne l’Italia pressata dai vertici della Chiesa, dissentono.
E’ assolutamente necessario che anche all’interno della Chiesa si richiami con più precisione i criteri di buon senso. Purtroppo il meeting di Comunione e Liberazione pare ammaliato, almeno per il momento, dagli appelli a medio e lungo periodo irresponsabili e privi di fattibilità.
Esiste una vena chiaramente vicina alle posizioni radicali della teologia della liberazione che vanno serenamente respinte.
Fino a che Papa Francesco non cambierà posizioni (e lo farà solo quando il danno sarà fortissimo) sarò in totale, assoluto disaccordo con la posizione assunta dai vertici dell’episcopato italiano e da Papa Francesco.

Un commento presente

Ago 23 2015

Una serata intensa

Pubblicato da archiviato in Approfondimenti,Argomenti vari

Una serata, questa sera con mille iniziative. Una città viva come non lo era da anni.Gente a frotte e iniziative per tutti i gusti.
Varazze anche rispetto ad altri Comuni sta tornando quel punto di riferimento che fu in passato.
Sarebbe bello che la gente, gli ospiti sopratutto lo dicessero, perchè se è giusto lamentarsi è anche giusto ogni tanto dire “bene!”….
Buona serata a tutti.

Commenti disabilitati

Pagina successiva »