Dic 16 2016

Immigrati economici: c’è qualcosa che non va. Varazze ospita 5 volte di più


E’ di mercoledì la notizia che è stato chiuso un accordo tra Governo e ANCI l’associazione dei Comuni italiani secondo il quale al massimo i Comuni dovranno ospitare 2,5 immigrati ogni 1000 abitanti residenti. Ciò significa che a Varazze ci dovranno essere 35 immigrati…
Però a Varazze sono circa….150! Facciamo i conti: circa 45/50 ragazzi sono da qualche settimana presso l’albergo Aurora. Altri 50 circa nel sito ex Guardia di Finanza. Circa 30 sono i minori presso un Istituto specializzato. Altri (non conosciamo i numeri) ad Alpicella ma presumibilmente una ventina di persone circa. Si tratta di un numero 5 volte superiore.
Sebbene sia calata un’aurea di segreto (inaccettabile), due conti si possono fare.
A questo punto dobbiamo porci una domanda. O Varazze ha una vocazione particolare, che va 5 volte oltre, quelli che sono stati considerati “limiti ragionevoli”, non dalla Lega nord ma dal Governo e i Comuni italiani. Oppure c’è qualcosa che non quadra.
Perchè il problema come tutti sappiamo non è tanto l’immediatezza, ma a medio e lungo periodo. L’integrazione per evidenti motivi socio-economici è difficile e a rischio, con chiare ricadute economiche sul sistema socio-sanitario.
Se si aggiunge che il Governo riconosce solo una parte dei costi sostenuti, è ragionevole pensare che Varazze debba mettere di tasca propria alcune centinaia di migliaia di euro prelevate dalle proprie casse ogni anno, sottraendole ad altre primarie necessità (scuole, servizi sociali ecc.).
Ciò, avviene mentre moltissimi altri Comuni non ospitano nessuno o se lo fanno lo fanno, con numeri (e costi) 5 volti inferiori.
Non sembra né giusto né logico.
E se proprio Varazze avesse questa vocazione, occorre che i cittadini possano essere informati, esprimendosi in merito con uno specifico assenso.

3 commenti




3 Commenti to “Immigrati economici: c’è qualcosa che non va. Varazze ospita 5 volte di più”

  1.   gerryon 16 Dic 2016 at 19:02

    e cosa dice il nostro sindaco filo-leghista appoggiato da consiglieri filo leghisti ?

  2.   Paolo Cavigliaon 17 Dic 2016 at 11:30

    Paolo,
    i c.d. profughi sono strumenti passivi della lotta di classe e la classe soccombente siamo noi, i lavoratori.

    Marx lo aveva ben previsto, nel 1848 (Manifesto del Partito Comunista):

    " Das Lumpenproletariat, diese passive Verfaulung der untersten Schichten der alten Gesellschaft, ……………….. seiner ganzen Lebenslage nach wird es bereitwilliger sein, sich zu reaktionären Umtrieben erkaufen zu lassen."

    che, tradotto:

    "Il sottoproletariato, questa putrefazione passiva degli infimi strati della società, ………………… sarà più disposto, date tutte le sue condizioni di vita, a lasciarsi comprare per mene reazionarie. "

    Tieni presente che TUTTE le rivoluzioni sociali (=quelle che prendevano fortemente e univocamente le parti delle classi lavoratrici) dei Paesi di origine dei c.d. profughi sono state soffocate nel sangue dagli europei o dagli statunitensi.

    Io sono abbastanza anziano da ricordarmi (ad es.) del Congo, del presidente eletto Patrice Lumumba e di Mosè Ciombè.
    I miliziani di Ciombè (i famosi Katanghesi) uccisero 13 aviatori ITALIANI a Kindu ma, dato che gli uccisori erano "militanti anticomunistì nostri alleati", il governo italiano protestò solo formalmente e debolmente per l’eccidio.

    E’ quindi abbastanza inutile -credo- lamentarsi dell’invasione quando noi abbiamo DISTRUTTO CONSAPEVOLMENTE tutte le alternative politiche di progresso sociale in quegli sventurati Paesi.

    Certamente io non posso prendermela DIRETTAMENTE con i c.d. profughi per la situazione esistente (che ritengo tuttavia molto pericolosa per la coesione sociale e la sopravvivenza del nostro residuo welfare state), ma sono OBBLIGATO a combattere chi questa situazione crea.

    …e non sono solo gli scafisti, ma anche persone ai "piani alti" dei governi europei.

    Vi ricordo che i primi profughi siriani, in Germania, lavorano con la paga LEGALE di un euro all’ora. Molti profughi siriani (questi veramente PROFUGHI, perchè scappano da una guerra causata dall’occidente) sono assai qualificati -ingegneri, medici- e motivati.
    Quale ritenete sarà la paga oraria di un giovane ingegnere tedesco, se esistono con uguale o maggiore esperienza suoi parigrado disposti a lavorare per un euro all’ora pur di fare qualcosa ?

    Vi do la risposta qua sotto:

    “Idealmente, questo potrebbe aiutarci ad avviare un nuovo miracolo economico“, ha detto Dieter Zetsche, amministratore delegato della casa automobilistica Daimler.

    Ecco, questi sono VERAMENTE i nostri nemici !

  3.   Parliamo di Varazzeon 18 Dic 2016 at 01:46

    Analisi molto profonda come sempre.
    Grazie per aver scritto Paolo